Trehyus

Roger Ballen: the body, the mind, the space

Indagine sull’invisibile con immagini spesso inquietanti, sospese in uno spazio tra pittura, disegno, installazione e fotografia 

 

Roger Ballen a Milano

MILANO – Fondazione Sozzani
Corso Como, 10 – Milano

Fino al 8 settembre 2019

 

Roger Ballen a Milano
Roger Ballen, Transformation, 2004, © Roger Ballen

 

La Fondazione Sozzani è un’istituzione culturale costituita a Milano da Carla Sozzani nel 2016 per la promozione della moda, delle arti e della fotografia.

La Fondazione ha assunto il patronato della Galleria Carla Sozzani e intende proseguire il percorso dell’importante funzione pubblica che la Galleria svolge da 29 anni.

Nel suo programma di esposizioni dedicate alla fotografia, fino all’8 settembre la galleria presenta la mostra The body, the mind, the space di Roger Ballen.

Rogen Ballen (New York, 1950) è uno dei fotografi contemporanei più importanti e originali, che indaga l’invisibile con immagini spesso inquietanti, sospese in uno spazio tra pittura, disegno, installazione e fotografia.

Americano di nascita, vive in Sud Africa dal 1982.

Negli ultimi trent’anni ha sviluppato invece uno stile distintivo nella fotografia con un semplice formato quadrato in bianco e nero.

Nelle sue prime opere è evidente il legame con la tradizione della fotografia documentaria ma negli anni Novanta ha sviluppato poi un proprio linguaggio che descrive come Ballenesque, divenuto immediatamente riconoscibile nel mondo dell’arte.

 

Roger Ballen a Milano – Come dal titolo tre sono i temi della mostra:

il corpo (the body) con fotografie in bianco e nero che sono potenti ritratti psicologici, che scrutano profondamente la condizione umana;

la mente (the mind) con forme facciali simili a fossili e parti del corpo smembrate immerse tra ombre evanescenti, simili a fantasmi;

lo spazio (the space) ove misteriose stanze simili a celle sono luoghi reali, ma inquietanti, strani e illogici, le pareti sono ricoperte di disegni scarabocchiati, macchie e cavi appesi nel vuoto, i pavimenti sono così disseminati di oggetti di scena e manufatti bizzarri

 

Orari:
Tutti i giorni 10.30 – 19.30
Mercoledì e giovedì chiusura ore 21.00

 

Informazioni:
Tel: +39 02.653531
E-mail: galleria@fondazionesozzani.org

Sito web: http://fondazionesozzani.org/it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    […] è nato così un dialogo raffinato, in cui le due ricerche, quella pittorica e quella fotografica, sono messe a confronto mostrando una armonica connessione visiva tra i due […]